QUANDO una RELAZIONE FINISCE

Quando una relazione finisce ti senti come se il mondo ti fosse caduto addosso, la pesantezza che percepisci al petto ti fa sentire come se niente avesse più un senso. Non sai come superarla, come capire che sia realmente finita e accettare la situazione. La fine di una relazione è paragonabile a un lutto, e ora vedremo insieme come superarlo.

QUANDO una RELAZIONE FINISCE

Scrivere questo articolo è dura per me, forse perchè non riesco a mandare giù le sensazioni brutte che accomunano la fine di una relazione.

Chi nella vita non le ha mai provate?

Mi mette angoscia, sul serio, pensare che questo dispiacere venga subito con sensazioni così pesanti e durature

Ma lo sono perchè siamo noi stessi che insistiamo a non voler far andare via quella ferita che ci brucia nel petto, quindi insieme scopriremo la soluzione a questo fastidioso stato emotivo.

QUANDO una RELAZIONE FINISCE: le cinque fasi

Come ho già detto nel paragrafo precedente: la fine di una relazione importante è paragonabile a un lutto. Si attraversano, quindi, cinque fasi:

  • NEGAZIONE: in cui ci si rifiuta di accettare l’accaduto.
  • RABBIA: in cui si prova una profonda rabbia di fronte a una perdita che viene percepita come ingiusta.
  • CONTRATTAZIONE: in cui si inizia a guardare al futuro e a identificare delle strategie che permettono di riprendere il controllo della propria vita.
  • DEPRESSIONE: in cui si ha una reale presa di coscienza della perdita, e ciò porta a un’amplificazione della sofferenza.
  • ACCETTAZIONE: in cui si accetta la perdita e si è di nuovo capaci di guardare al futuro con speranza.

Come soffrire di meno quando una relazione finisce?

Se hai letto la maggior parte dei miei articoli avrai notato la schiettezza con cui scrivo, e quindi qui non posso essere da meno.

Per soffrire di meno quando una relazione finisce serve un bel po’ di coraggio e forza di volontà. So che è difficile, io sono la prima che dà consigli ma ne rispetta mezzo…

Però almeno questo mio modo di fare mi ha permesso di capire e aprire gli occhi su molte cose riguardanti l’amore e tutto ciò che ha a che fare con la psicologia maschile, di cui sono attratta e che studierò ancora per un bel po’…

Quindi se non hai il coraggio dovrai superare molto lentamente le cinque fasi sopra citate, ma se vuoi provare e avere un po’ di amor proprio e rispetto per te stessa/o leggi ciò che segue questo paragrafo.

Quali sono i gesti coraggiosi da dover fare per trovare un po’ di sollievo?

Per coraggio, io, intendo: ELIMINARE TUTTE LE COSE TOSSICHE.

In parole povere devi cestinare:

  • I suoi regali, TUTTI.
  • Le vostre foto
  • Le vostre conversazioni sui SOCIAL MEDIA
  • Il suo numero di telefono
  • I suoi profili SOCIAL

Sono le prime cose che dovresti eliminare di lui/lei per alleggerire il peso che hai sul cuore. Mi rendo conto che siano gesti terribilmente complicati, ma sarà sollevante non avere più ricordi in giro per casa o sul tuo telefono.

Ma solo ciò non basta, soprattutto togliergli il segui o bloccarlo dai Social, perchè la tua curiosità ti porterà a controllargli il profilo per poi mettere tutto a posto, comportandoti come se niente fosse. E così farai solo passi indietro…

Cosa bisogna capire quando finisce una relazione?

Dimentica tutte le promesse, i regali, le belle parole che avevi salvato su WhatsApp e i progetti che volevate fare insieme.

Pensa che molte di queste cose lui/lei adesso non le sta pensando assiduamente come te, e forse neppure si è mai impegnato/a quanto te per superare insieme quella linea di traguardo che vi eravate imposti.

Provare della rabbia, a volte, aiuta a superare meglio le cose. Inizialmente difenderai questa persona per farla apparire come la migliore della coppia, perchè non sai accettare che tutto sia terminato.

Ma… se non fosse mai iniziata?

Lo so, è una brutta supposizione, ma è una cosa vera quanto comune. Non dirò altro, perchè è una domanda abbastanza fraintendibile, ma bisogna pensarci su.

Ci sono degli atteggiamenti, soprattutto se siete il primo amore di questa persona, che vi faranno capire che non era amore. SEMBRAVA, SI SUPPONEVA, SI DICEVA, ma non si dimostrava. SENTIVATE AMORE, ma non lo PERCEPIVATE.

Forse è una delle cose più brutte, che ora mi sta portando anche a ragionare su alcuni aspetti della vita di coppia.

In fondo l’amore, molte volte, è solo una maschera creata dalla solitudine che si muta, si fonde con la nostra pelle, per risanare magari una vecchia ferita o perchè semplicemente si vuole qualcuno accanto.

Parlo in linea generale, non è rivolto a tutti, ma sono tante le cose da capire ed esaminare.

Il mio consiglio

Quando una relazione finisce non si fa altro che disperarsi, riprendersi dallo stato d’animo sofferente, crollare, ripensare, ricordare e… siete bloccati in un loop di uno stato d’animo confusionale che vi porta a soffrire, gioire per poi cadere ancora.

Tutto passa, e malgrado sia una frase fatta non può essere errata.

L’amore non è doloroso, ma ciò che avviene nel mentre e alla fine della storia, sì.

Dovreste smettere di ripercorrere il cammino in cui avete sofferto, non dovete più perdonare ripetutamente e, perchè no, nel frattempo recuperate un pizzico di rispetto e amore verso voi stessi.

Quindi di seguito ti indico un articolo che ti aiuterà: Amore verso se stessi: uomini e donne.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: