Amore verso se stessi: uomini e donne

Ebbene sì, ritrovare l’amore verso se stessi è complicato e nella maggior parte dei casi ci si rende conto tardi che, in realtà, non se ne prova abbastanza.

E spesso questo viene confermato da azioni che ci mettono in secondo piano per dare priorità a chi, sicuramente, non fa lo stesso con noi.

Amarsi diventa complicato quando ormai si perde se stessi dietro a emozioni che ci sembrano forti, quando in realtà sono solo nostre. Magari ci si odia per qualche complesso fisico, caratteriale o perché semplicemente non ci si ritiene abbastanza.

Io credo che diventerà abbastanza semplice una volta compreso il valore che si ha.

Continuando la lettura entreremo nel vivo dell’argomento…

Un rapporto di amore e odio con me stessa, e scopriremo insieme chi è il vero nemico.

Amore verso se stessi: uomini e donne

Vi spiego…

Ho deciso di scrivere questo articolo principalmente perché, in fondo, sul web non si trovano mai delle reali soluzioni o dei consigli utili che aiutino in questo problema, e solo dopo anni ho compreso, finalmente, come fare qualche passo benevolo verso di me. E ora che so come ritrovare l’amore verso se stessi lo voglio condividere con voi.

Posso assicurarvi che il rapporto con me stessa era tutt’altro che positivo…

Ci sono tantissime persone, e non solo ragazze, che non riescono ad accettarsi; e non parlo solo in modo fisico, ma anche caratteriale, o che si colpevolizzano su tutto quello che di sbagliato le capitano solo per auto convincersi che sono loro l’errore.

Eh no, basta eh!

Credo che tu sia arrivata/o al punto in cui nemmeno sopporti la tua stessa sagoma riflessa allo specchio, motivo per cui stai leggendo questo articolo.

Beh, sei pronta/o?

Amore verso se stessi: iniziamo dalle basi

Personalmente parlando non mi sono mai amata per davvero, ma credo che questo parta un po’ da chiunque, e renderà difficile, all’inizio, l’azione di ritrovare l’amore verso se stessi; ma ci sarà qualcosa o, meglio, qualcuno dietro tutto ciò che abbia portato a galla ogni sorta di emozione negativa:

un partner manipolatore, un’amicizia malsana, dei genitori non sempre amorevoli oppure la vita di tutti i giorni che ai nostri occhi sembra sempre grigia e dà l’impressione che non si faccia mai nulla per migliorarla.

Nella maggior parte dei casi parte tutto da una persona, quella a cui permettiamo tutto… anche di ferirci pur di restarci insieme. Non ce ne rendiamo conto ma lì stiamo dando la nostra serenità nelle mani altrui, dando loro il permesso di farci qualunque cosa perché hanno la consapevolezza che noi siamo lì, a ogni costo.

Basta una parola, uno sguardo di troppo, e la nostra autostima e amor proprio svanisce come la polvere in un soffio di vento. Le notti diventano lunghe, sembra essere sempre giorno e la mente non si ferma neppure un attimo, pugnalandoci ripetutamente a ogni gesto a cui mette “replay”.

Ti senti capita/o, giusto? Ed è forse la cosa che mi dispiace di più: so come ti senti.

Cosa bisogna accettare e capire?

Credo che cercare sul web sia solo un modo per trovare sollievo in questa situazione in cui ti trovi, e credi che non esistono rimedi o che, forse, dovrai convivere con questo malessere.

La prima cosa da fare, anche se può sembrare ripetitiva o scontata, è che bisogna eliminare dalla propria vita tutte quelle persone che non aiutano la propria autostima.

Eh, sì… parlo di persone.

Come se non sapessi che sia stato un commento, un’occhiata rivolta a un’altra/o o chissà cosa a scatenare in te questo turbine di dubbi e incertezze che ti spingono a guardarti con occhi diversi, e vorresti essere chiunque… ma non te.

Se proprio non vuoi fare a meno di certe persone, e vuoi continuare a mancare di rispetto alla tua stessa persona, convinciti del fatto che non farai di certo passi da gigante. Ma puoi comunque fare altro: lavorare su te stessa/o e capire che tu, come qualsiasi altra persona, non sei né migliore, né peggiore delle altre.

Ognuno ha la propria personalità, i propri pro e contro che ci distinguono. Quindi accetta il fatto che per amare te stessa/o devi buttare via a calci chi ti fa provare emozioni negative e non ti dà la giusta serenità.

Amore verso se stessi: uomini e donne

Come sai cosa provo? L’hai, per caso, vissuto sulla tua pelle, Ilaria?

Ritrovare l’amore verso se stessi non è di certo facile e non è un obiettivo da raggiungere a occhi chiusi, come se fosse la cosa più semplice al mondo… ma ci sono modi che ti potrebbero facilitare la cosa: l’egoismo.

E adesso ti mostro un po’ il mio punto di vista.

Nei miei vent’anni ho avuto cali di autostima che mi portavano a bagnare il cuscino in modo troppo frequente, e non mi rendevo conto che, forse, le persone che avevo intorno non mi aiutavano nel cammino per la mia crescita personale e amor proprio.

Partendo dai genitori, dai loro giudizi, dai loro confronti con altre coetanee e il loro mortificarmi per qualsiasi cosa.

Poi ci sono i ragazzi che fanno copia e incolla a tutte e mi fanno sentire come una fotocopia o ruota di scorta.

Le amicizie che fanno sempre paragoni, sfide a chi è migliore e non c’è quasi mai ombra di conforto.

Il fidanzato che magari fa un complimento e dopo posa gli occhi su altre, oppure mi fa capire che “sei bella, ma con la pancia piatta staresti meglio”.

Sembrano stupidaggini ma, accumulandole, fanno più danni del previsto… e mi hanno incattivita.

Adesso vedo del marcio in tutto, non mi fido quasi mai delle persone e, pensate un po’, mi amo più del dovuto. Ho avuto la forza di mandare via le persone, di essere oggettiva con me stessa e ho migliorato ciò che per me potevano essere dei difetti appuntandoli su un quaderno degli obiettivi e tenendo aggiornati tutti i passi avanti che facevo nei miei confronti.

Ma solo io posso trovare dei difetti in me stessa! Ne ho, forse ne sono zeppa, ma nessuno deve aprir bocca. E questo vale per tutti: abbiamo tanti difetti ma solo noi possiamo avere voce in capitolo e migliorare.

Perchè è così importante l’amore verso se stessi?

Ritrovare l’amore verso se stessi è importante perché senza esso credo che il nostro valore cali a picco, e dopo possiamo ritenerci seriamente soli anche tra un mucchio di persone. A cosa serve avere l’amore altrui quando manca quello più importante?

È importante perché così non ci facciamo sottovalutare da nessuno, abbiamo sempre la testa alta e non abbiamo il timore di alcun confronto.

E non c’è cosa più bella, no?

Chi è il cattivo della storia?

Ritrovare l’amore verso se stessi oltre a essere un lavoro abbastanza complicato ci fa capire chi è meritevole del nostro rispetto e attenzione.

Da come hai potuto leggere tutto dipende da noi. Noi dobbiamo rispettarci, farci rispettare e voltare le spalle a chi non lo fa.

Noi dobbiamo migliorare se qualcosa ai nostri occhi non è gradevole e avere sempre la consapevolezza, e convinzione, che TU sei unica/o.

Devi diventare egoista, menefreghista del giudizio altrui ed evitare gli atteggiamenti tossici prima che ti spengano. Impara a capire cosa c’è di sbagliato e non ignorarlo.

Molte persone ignorano qualcosa di negativo solo per non perdere una persona o un’occasione.

Ed è giusto secondo te: spegnersi per gli altri?

La vita, nonostante le persone cambino e non siano sempre le stesse, resta uguale.

Sara sempre così…

Quindi, chi è il cattivo della storia? Devo proprio dirtelo in modo diretto?

Okay.

Siamo noi gli antagonisti della nostra storia.

Se non ci amiamo noi stessi, come potremmo aspettarci amore dal prossimo?

Rifletti su questa mia frase… ti aiuterà parecchio, e per qualsiasi cosa mi trovi qui, su Instagram. Pronta ad ascoltarti e tirarti su di morale.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: