La mia storia

Sapere che dietro un sito web tanto ricco e curato ci sia una ragazza di soli vent’anni a volte crea una sorta di insicurezza, di curiosità… si vuole sapere cosa ha spinto lei a scrivere online principalmente d’amore, mostrare tanto romanticismo e allo stesso tempo tanta freddezza.

Credo che sia arrivato il momento di dare qualche informazione in più su di me, e per questo ho deciso di raccontarvi la mia storia.

Comprendo che sia molto più bello leggere su un sito e sapere di chi sia la manodopera di ogni articolo.

Le domande più comuni che mi vengono poste sono: «Cosa ti ha spinto a creare un sito web?» – «Come hai raggiunto certi risultati?» – «Perché una ragazzina ha voluto fare l’imprenditrice invece di restare in standard come commessa, make-up artist, estetista e via dicendo?» – «Come sai tante cose alla tua età?»

In questa pagina ti parlerò un po’ di me.

La mia storia

Ho preso la decisione di aprire un sito web il 19 Novembre 2021

Mi sono impegnata così tanto che in quasi due mesi ho raggiunto traguardi assurdi, grazie forse a tutte le volte in cui mi sono abbattuta e da sola mi sono data uno schiaffo sulla guancia o una pacca sulla spalla, vista la complessità di tutto quello che mi circonda.

Ho scelto poi di condividere quel che ho appreso, quel che so, per rispondere alle domande che molti utenti fanno sul web e per aiutare molte persone a raggiungere i propri obiettivi… proprio come ho fatto io.

Motivo per cui ho studiato e approfondito le mie conoscenze per diventare Coach business, di scrittura e Social Media per lanciare a mia volta dei corsi per realizzare i sogni altrui:

Sapevo che quello che stavo per iniziare non era un semplice svago, ma avevo bisogno di un posto felice, di qualcosa di esclusivamente mio. Sentivo il costante bisogno di essere padrona della mia vita… il capo di me stessa.

Il mio primo articolo non fu perfetto, ma prima di pubblicarlo mi impegnai per renderlo tale nei minimi dettagli. Perché io sono così: o è perfetto, degno della pubblicazione, o lo scarto.

Nei miei vent’anni ho visto il mondo con occhi ingenui, di una bambina che è rimasta bloccata nel mondo delle favole e, quando ho messo la punta del piede nel mondo reale, ho avuto una scossa. Ho aperto gli occhi di scatto e mi sono accorta che niente era come immaginavo che fosse.

È stato doloroso? Tanto. Così tanto che ho preso tutta la mia vita tra le mani.

Nessuno sarà mai il mio padrone, niente mi stresserà, non mi verranno dati ordini né devo rispettare delle regole… se non le mie.

Comunque il mio viaggio inizialmente non è stato facile. La prima settimana quasi un disastro… era tutto nuovo per me e controllavo assiduamente le visualizzazioni giornaliere. Inutile dire che non ne erano granché, ma appena capii come funziona sono partita come un treno.

Il blog porta il mio nome, si tratta di me, della mia azienda, della mia vita… e deve essere tutto al posto giusto. NON VOLEVO DELUDERE ME STESSA. Non potrò mai deludermi, motivo per cui ce l’ho fatta.

Ho iniziato questo viaggio da umile autrice, fino ad arrivare a essere indipendente con un blog che è diventato la mia azienda, fondando solo dopo una Casa Editrice tutta mia: la Publishing Flower.

Napoli non è una città che ha molto da offrire, ma a prescindere io, da donna, non volevo alcun ordine, nessun capo, nessuna responsabilità che non mi appartenga. Voglio decidere io del mio tempo, averne a sufficienza per VIVERE la vita e fare ciò che amo.

Che dire… questa ventenne vi ha stupito? Ho stupito anche me stessa, credetemi.

In fondo i soldi non fanno alcuna felicità, questo è assodato, ma avere la consapevolezza di essere liberi e potersi godere appieno l’età che definiscono “migliore”… forse sì.

La mia storia